Gli italiani della Pampa

FROM
TO
Pochi conoscono la "Pampa Adentro", ma anche nell'Argentina interna arrivarono i nostri connazionali. Ce lo racconta Marcelo Carrara da Mar del Plata

Molte volte si considerano solo le grandi città grande dell'Argentina - Buenos Aires, Cordoba, Rosario, Mendoza o Mar del Plata - come i luoghi che hanno accolto tante famiglie di italiani emigrate in questo paese. Ma anche la campagna argentina ha custodito un ricco bagaglio di cultura italiana, che si è diffusa in piccoli villaggi della cosidetta "Pampa Adentro". Molte di queste cittadine, di pochi abitanti, hanno mantenuto la loro identità grazie alla presenza di comunità italiane. Questi paesi sono stati generalmente fondati attorno alle piazze principali, accanto al palazzo del Comune, alla chiesa cattolica e alla scuola (i classici elementi della tradizione coloniale urbanistica spagnola).

Questi villaggi sono stati un punto di riferimento importante per la gente che viveva in questi territori. Un esempio di questo sono i paesi di "Los Toldos" e "Carlos Casares" nell'interno del territorio di Buenos Aires, a circa 400 km dalla capitale dell´Argentina. Un luogo dove soltanto 100 anni fa, era molto difficile che una popolazione si stanziasse stabilmente perché imperversava la guerra con gli indiani. Solo nei primi decenni del secolo scorso hanno cominciato a sorgere diversi paesi, la cui principale attività è stata l´agricoltura. La metà di queste popolazioni era di origine italiana, insieme con spagnoli, francesi, tedeschi e polacchi, e la diffusione della cultura italiana adesso prende molto piede attraverso iniziative come "Angolo Italiano" e "La Valigia". Si tratta rispettivamente di una rubrica settimanale di un quotidiano di Los Toldos e di un programma radiofonico, anch'esso settimanale, dedicati alla cultura e all'attualità italiana, oltre che agli eventi promossi dal Comitato della "Dante Alighieri" operante a Carlos Casares, piccolo centro argentino vicino.

L’attenzione dei mass-media è senza dubbio una delle tante testimonianze concrete dello stretto legame instaurato tra Argentina e Italia, al punto che solo nel Paese sudamericano la "Dante", impegnata per la diffusione della lingua e della cultura italiane nel mondo, è presente con più di 100 dei suoi oltre 500 Comitati. Quella di Carlos Casares, poi, è una delle sedi più attive, dove si organizzano incontri sociali, rassegne cinematografiche italiane e, soprattutto, corsi di lingua e grammatica ai quali partecipano bambini, adolescenti ed adulti desiderosi di conoscere più da vicino il nostro affascinante ed amatissimo idioma.


Fonte: Testimonianza di Marcelo Carrara (Mar Del Plata – Argentina). Materiale prodotto all'interno del progetto culturale "Casa della memoria dell'emigrazione dell'Emilia-Romagna" promosso dalla Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo e realizzato in seguito alla richiesta dei giovani corregionali nella Conferenza di Buenos Aires del 2007.

Audio

Un bolognese nella Pampa, racconto di Massimo Palmieri che vive a Cordoba, in Argentina.

Ascolta la puntata di Radio Emilia-Romagna23 Marzo 2006 | Lo sguardo altrove, storie di emigrazione.

TESTIMONIANZE E PERSONAGGI