MEMORIA ED IDENTITÀ: generazioni di emiliano-romagnoli si raccontano


Una mostra composta da 20 video-racconti realizzati nell’ambito del progetto “Memoria ed identità: generazioni di emiliano romagnoli si raccontano”, a cura di ISTITUTO FERNANDO SANTI EMILIA-ROMAGNA APS, in collaborazione con PONTE TRA CULTURE ITALIA-COLOMBIA-BRASILE

Le 20 storie che compongono il progetto sono narrate dai loro stessi protagonisti o da discendenti, amici, conterranei di diverse generazioni,  si sviluppano in un periodo storico che va dalla seconda metà dell'800 ai giorni nostri e ritraggono vicissitudini toccanti e spesso straordinarie di donne e uomini comuni, che hanno lasciato l’Italia, creando nuovi percorsi di vita all’insegna del dialogo e della multiculturalità.

I racconti fanno riferimento alle località emiliano-romagnole di origine dei protagonisti, la maggior parte dei quali sono emigrati definitivamente in altri paesi, se pur ritornando saltuariamente in Italia. 

Spesso le vicende individuali e familiari, narrate in prima o in terza persona, hanno come sfondo importanti avvenimenti storici e offrono così uno spaccato della storia sociale italiana e dei paesi di accoglienza.

Allo stesso tempo, mostrano quanto sia ricca e variegata la presenza italiana nel mondo e quanto queste persone abbiano contribuito – e continuino a contribuire – allo sviluppo e alla crescita sociale, economica e culturale dei paesi in cui vivono, essendo anche in molti casi impegnati nell’organizzazione di iniziative di scambio e di promozione della lingua e della cultura italiana e emiliano-romagnola nel mondo. 


CREDITS:

Progetto realizzato con il contributo della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo - Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

A cura di: ISTITUTO FERNANDO SANTI EMILIA ROMAGNA APS

In collaborazione con: PONTE TRA CULTURE ITALIA / COLOMBIA / BRASILE

Ideazione e regia: GIANLUCA BARBADORI | Produzione esecutiva: GIUSI ZAMANA | Edizione Video: JUAN CAMILO ARIAS, JULIANA RACHID, NIKOLA VUKOVIC | Disegn grafico: GERALDINE RAMIREZ

Partner di progetto: MEI - Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana  Mu.MA – Musei del Mare e delle Migrazioni Piccolo Museo dell’ Emigrante - Monghidoro Museo Monti della Riva: Linea Gotica - Felix Pedro Associazione Emiliano Romagnola Bandeirante di Salto – Itu (Brasile) Associazione Emilia Romagna di Minas Gerais (Brasile) Associazione Discendenti dell’Emilia Romagna di Pergamino (Argentina) Associazione Emilia Romagna di Córdoba (Argentina) U.R.E.R.B.A. - Unione Regionale Emilia Romagna di Buenos Aires (Argentina) Associazione Emilia Romagna di Mar del Plata (Argentina) Associazione Nettuno di Misiones (Argentina) Associazione Emiliano Romagnoli del Perù Associazione emiliano romagnola di Capitán Pastene (Cile) Associazione Parma-Piacenza (As.Pa.Pi) Nogent-sur-Marne (Francia) CREA Associazione degli Emiliano Romagnoli in Cina Bardi Val Ceno Community of New York (Stati Uniti) Family Community Club di Mutuo Soccorso (Stati Uniti)

Un ringraziamento particolare a: Mirta Balocchi, Charles Bernardini, Cleide Berti, Sarah Berti, Marilina Bertoncini, Walter Bellisi, Vittoria Comellini, Alessandro Forni, Maria Chiara Forni, Nicolàs Forni, Vilelma Forni, Maurizia Gherardi, Stefano Muzzarelli, Graziano Pattuzzi, Monica Rizzo, Silvio de Souza, Anna Gabriela Gomez, Víctor Leonelli, Cesare Vangeli, William Zanatta, Massimo Turchi


Approfondimenti
VIDEO | Storia di Lazzaro Ponticelli, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO

Storia di Lazzaro Ponticelli, nato a Bettola (Piacenza) nel 1897 ed emigrato poverissimo a Parigi, in Francia all’età di dieci anni, nel 1907. Combatté nella prima guerra mondiale e poi fondò con i fratelli un’impresa per la pulitura delle ciminiere che oggi è una multinazionale dell’impiantistica, la Ponticelli Frères. E’ morto serenamente dopo 110 anni e mezzo di vita. La Francia l'ha onorato con i funerali di Stato nella Piazza d'Armi degli Invalides, presenti l’allora presidente Sarkozy, il primo ministro François Fillon, l'ex presidente Jacques Chirac. La storia é raccontata da Alain Draghi, presidente dell’Associazione ParmaPiacenza (As.Pa.Pi) Nogent-sur-Marne, partner del progetto.

Lingua: italiano. Sottotitoli in francese.

VIDEO | Storia di Valentino Draghi, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO 

Testimonianza di Valentino Draghi, raccolta da Alain Draghi e raccontata da Antonio Farinotti, il genero. Le famiglie sono emigrate da Canadello di Ferriere (Piacenza) negli anni venti in Francia e negli Stati Uniti e si ritrovano a Parigi alla fine della seconda guerra mondiale, per poi perdere nuovamente ogni contatto. Valentino all’epoca aveva 14 anni.

Partner del progetto: Associazione Parma-Piacenza (As.Pa.Pi) Nogent-sur-Marne.

Lingua: italiano. Sottotitoli in francese

VIDEO | Storia di Silvana Mangione,  nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO 

Da anni nel CGIE, si è sempre adoperata a favore della comunità italiana a New York e nel mondo, promuovendo con infaticabile energia innumerevoli iniziative di intercambio culturale e artistico e di promozione della lingua e della cultura italiana.

Lingua: italiano. Sottotitoli in inglese.

VIDEO | Storia di Fabrizio Molina nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO 

Storia di Fabrizio Molina, nato a Castell’Arquato (Piacenza). Nel 1996 comincia a viaggiare in Sud America e in Perù conosce quella che sarà la madre dei suoi sei figli. Nel 2006 si traferisce definitivamente in Perù dove vive tuttora con la sua numerosa famiglia. La storia viene raccontata da Mauro Caminati, un suo conterraneo.

Partner locale: Associazione Emiliano Romagnoli del Perù.

VIDEO | Storia di Alessia Raisi,  nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Alessia Raisi, nata a Molinella (Bologna) nel 1976. Nel 2010 è andata a lavorare in Cina dove vive attualmente e dove comincia a dedicarsi al canto. Nel 2017 fonda la CREA - Associazione degli emiliano romagnoli in Cina e inizia a realizzare tournée internazionali, diffondendo la musica italiana in diverse lingue, tra cui il cinese e lo spagnolo.

Raccontata dalla protagonista. Lingua: italiano. Sottotitoli in cinese.

VIDEO | Storia di Patricia Venturelli, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO

Storia di Patricia Venturelli, attuale sindaco di Rebecq, in Belgio. Il padre è emigrato nel secondo dopoguerra da Piamaggio, frazione di Monghidoro per lavorare nelle cave di Quenast. Storia raccontata dalla protagonista.

Partner: Piccolo Museo dell’ Emigrante, Monghidoro (Italia).

Lingua: francese. Sottotitoli in italiano

VIDEO | Storia di Felix Pedro, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Felice Pedroni (Felix Pedro) nato in località “Le Teggie” (nella frazione di Trignano, Comune di Fanano) emigrato negli Stati Uniti all’etá di 23 anni, nel 1881, divenuto in seguito cercatore d’oro. Raccontata da Iris Turchi, figlia di Severino Turchi, nato a Fanano nel 1915 ed emigrato in Venezuela, il quale tra gli anni sessanta e settanta finanzia una missione per riportare a Fanano la salma di Pedroni, sepolta in California.

Partner locale: Museo dei Monti della Riva (Fanano, Modena).

Lingua: italiano, Sottotitoli in inglese.

VIDEO | Storia di Amauri Arfelli, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Amauri Arfelli, discendente di emiliano-romagnoli originari di Forlì, emigrati in Brasile nel 1896. Raccontata dal protagonista che, nel 2005, ha fondato l’Associazione Emiliano-Romagnola Bandeirante Salto – Itu.

Lingua: italiano. Sottotitoli in portoghese.

VIDEO | Storia delle famiglie Zanni e Dalla Vecchia, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia delle famiglie Zanni e Dalla Vecchia, raccontata da Weber Dalla Vecchia. Il suo bisnonno era di Villa Masone (Reggio Emilia) ed arrivò a São Paulo, in Brasile con suo padre nel 1895. Lavorò in un panificio e poi come operaio, aveva 15 anni. Sposò una Zanni e negli anni ´40 le due famiglie (che andavano molto d’accordo) aprirono un negozio di biciclette, poi cominciarono a vendere elettrodomestici e oggi sono proprietari della LOJAS CEM, una delle maggiori catene di negozi del Brasile, presente in 200 città, con 11 mila dipendenti e quasi 15 milioni di clienti.

Partner del progetto: Associação Emiliano-Romagnola Bandeirante Salto – Itu.

Lingua: portoghese. Sottotitoli in italiano.

VIDEO | Storia di Silas Massini, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO

Storia di Silas Massini nato in Brasile da famiglia di origini emiliano romagnole. Il bisnonno era di Rimini e aveva sette anni quando è arrivato in Brasile con i suoi genitori, nel 1894. Silas racconta che la famiglia aveva perso ogni vincolo con le proprie origini italiane, ma lui invece ha sempre sentito un grande fascino per l’Italia e nel 2005 ha presentato tutti i documenti per il riconoscimento della sua cittadinanza italiana, che ha ottenuto dopo 14 anni nel 2019. Nel frattempo ha studiato l’italiano e ha seguito un Master in didattica dell’italiano per stranieri all’Università di Perugia. Due anni fa ha creato un suo canale su YouTube per l’insegnamento online della lingua italiana che attualmente ha più di 50 mila iscritti e un milione di visualizzazioni.

Partner locale: Associação Emiliano-Romagnola Bandeirante Salto – Itu.

VIDEO | Storia di Maria Arfelli, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Maria Arfelli, nata a Teodorano, oggi Meldola (Forlì-Cesena) emigrata in Brasile all’età di 13 anni nel 1899. Dopo due anni suo padre morì e toccò alla madre e alle quattro figlie adolescenti (tra cui Maria) portare a termine il contratto di mezzadria nella tenuta di caffè nello stato di São Palo dove vivevano. Maria si sposa nel 1905 ma pochi anni dopo anche suo marito muore e lei è costretta a farsi carico dei tre figli. La storia si ripete e mostra il coraggio e la grinta delle donne di questa famiglia. A raccontarla è Malvina Arfelli (figlia di Maria) che ha compiuto da poco 90 anni, insieme a sua nipote trentenne, Ana Livia Araujo Gardinassi (bisnipote di Maria).

Partner locale: Associação Emiliano- Romagnola Bandeirante Salto – Itu.

Lingua: portoghese. Sottotitoli in italiano.

VIDEO | Storia di Leo Lazzarini, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Leo Lazzarini, nato in Argentina da genitori emiliano-romagnoli di Meldola. Nel 1912 la coppia con i sette figli si trasferì in Brasile, a Belo Horizonte, dove il clima era raccomandato a chi avesse problemi respiratori. Raccontata da JB Lazzarini, rinomato pittore e “poeta dei colori”, questa storia ritrae con affetto la figura del nonno, un uomo semplice e sensibile, dotato di grande umanità e molto benvoluto da tutti.

Partner locale: Associação Emiliano-Romagnola di Minas Gerais.

VIDEO | Storia di Rosa Savoretti, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Rosa Savoretti, nata a Misano Adriatico (Rimini). La famiglia è emigrata in Brasile nel 1896 per andare a lavorare in una tenuta di caffè nel Minas Gerais. Raccontata da Stanley Savoretti, il bisnipote, che è attualmente impegnato a riattivare l’associazione locale.

Partner del progetto: Associação Emiliano-Romagnola di Minas Gerais.

Lingua: portoghese. Sottotitoli in italiano.

VIDEO | Storia di Don Juan Leonellii, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO

Storia di Don Juan Leonelli, discendente di emiliano romagnoli di Zocca (Modena) emigrati in Cile. É stato testimone del gemellaggio firmato nel 1992 tra Pavullo nel Frignano e Capitan Pastene, piccola località cilena dove all’inizio del ‘900 emigrarono numerose famiglie contadine, inseguendo il sogno di terra da coltivare e abbondanza di ogni tipo. Giunti sul posto, e per lunghi anni, gli emigranti trovarono però una realtà molto diversa.

Partners locali: Associazione emiliano romagnola di Capitán Pastene e Fundacion Desarollo Comunitario Capitan Pastene.

Lingua: spagnolo. Sottotitoli in italiano.

VIDEO | Storia di Marietta Maestri, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Marietta Maestri, nata a Gambettola. Suo padre era socialista e fu costretto ad emigrare in Argentina, con la moglie e i figli piccoli, per sfuggire alle persecuzioni fasciste. A Buenos Aires nel 1941 fondó la prima Società Emiliano-Romagnola del Continente Americano. Marietta ricorda le feste e i pranzi domenicali. Dopo il matrimonio si trasferì a Mar del Plata dove fu segretaria e poi Presidente dell’Associazione Emiliano-Romagnola locale.

Raccontata da Julieta Mirella Paladino, un'amica della Asociacion Emilia Romagna de Mar del Plata.

Lingua: spagnolo. Sottotitoli in italiano.

VIDEO | Storia di Lidia Mori, nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Lidia Mori, nata a San Lazzaro di Parma. Nel 1950 è emigrata con il marito in Argentina, a Pergamino, dove ha raggiunto il fratello che negli anni ’30 aveva lasciato l’Italia per sfuggire alle persecuzioni fasciste. Storia raccontata da Analia Barrera, una pronipote.

Partners: Asociación Descendientes Emilia Romagna de Pergamino.

Lingua: spagnolo. Sottotitoli in italiano.

VIDEO | Storia di Sandro Forni nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Sandro Forni nato nella frazione di Budrie, nel Comune di San Giovanni in Persiceto (Bologna). Arrivò in Argentina nel 1949 a Oberá  (Misiones) dove si stabilì e costituì una famiglia numerosa. Storia raccontata da Cristina Stevenson, la nipote.

Partner locale: Asociación Nettuno de Missiones.

Lingua: spagnolo. Sottotitoli in italiano.

VIDEO | Storia di Maria Sbuttoni  nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Maria Sbuttoni che ha compiuto da poco 98 anni. Nata a Sbuttoni, un borgo medievale nel Comune di Bardi, in provincia di Parma. Oggi non ci abita quasi più nessuno, sono emigrati tutti. Maria e il marito Giuseppe sono stati tra gli ultimi a partire: nel 1971 hanno raggiunto i fratelli di Maria a New York e lì lei ha lavorato facendo le pulizie nei grattacieli di Manhattan, vicino alle torri gemelle e nelle case di famiglia. Storia raccontata da Claudia Sbuttoni, la nipote.

Partners locali: Bardi Val Ceno Community of New York e Family Community Club di Mutuo Soccorso.

Lingua: inglese. Sottotitoli in italiano.

VIDEO | Storia di Giuseppe Sbuttoni nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO 

Storia di Giuseppe Sbuttoni, marito di Maria Sbuttoni, nato anch’egli nella località Sbuttoni del Comune di Bardi ed emigrato a New York con la moglie nel secondo dopoguerra, dopo avere vissuto gli orrori della guerra. Storia raccontata da Nadia Sbuttoni, la nipote.

Partners locali: Bardi Val Ceno Community of New York e Family Community Club di Mutuo Soccorso.

Lingua: inglese. Sottotitoli in italiano.  

VIDEO | Storia di Onelio Casini nell'ambito del progetto MEMORIA ED IDENTITÀ: GENERAZIONI DI EMILIANO ROMAGNOLI SI RACCONTANO  

Storia di Onelio Casini, nato a Formigine e vissuto a Sassuolo (Modena). Nel 1949 la famiglia decide di emigrare in Argentina per fuggire dalla miseria lasciata dalla guerra. Nel video Fernando Casini, il figlio, condivide diversi aneddoti che gli ha raccontato il padre, prestandogli così un toccante omaggio.

Partners locale: Asociación Emilia Romagna de Córdoba.

Lingua: spagnolo. Sottotitoli in italiano.